Compagni poco comunicativi portano all’esaurimento. Io non ho questo problema

L’american team ed io ci frequentiamo da ormai quattro settimane. Sta crescendo la confidenza, anche grazie alla condivisione di esperienze importanti: noodles in brodo a China Town, riso e fagioli al locale messicano per poracci, sandwiches con pastrami al Ketz’s Delicatessen, caffè innumerevoli al bar del piano di sotto. E’ ormai evidente che siamo un … Continua a leggere Compagni poco comunicativi portano all’esaurimento. Io non ho questo problema

Centonove punto quattro Fahrenheit

Domenica mattina. Quarantatre gradi Celsius nella stanza. Per essere diplomatici: centonove punto quattro gradi Fahrenheit. Una stanza non ventilata, una stanza disordinata. La stanza mia. La disciplina delle primissime ore, quella dettata dall’entusiasmo verso il nuovo, dal disagio di abitare spazi non propri, si è esaurita subito. Vedo una valigia, spiaggiata in un angolo. Ci … Continua a leggere Centonove punto quattro Fahrenheit

FOOD BAZAAR SUPERMARKET

Ho trascorso la mia prima mattinata a New York in un supermercato. Un’esperienza traumatica di cui ricordo poco. Intorno alle undici ho raggiunto la soglia di un container gigantesco dotato di insegna: FOOD BAZAAR SUPERMARKET. Come sempre, mi sono interrogata sul significato delle azioni “spingere” e “tirare”, sono infine riuscita ad entrare. Ricordo papaye e … Continua a leggere FOOD BAZAAR SUPERMARKET